Racconti nella Rete®

20° Premio letterario Racconti nella Rete 2020/21

Premio Racconti per Corti 2020 “Il profeta del ring” di Andrea Masotti

Categoria: Premio Racconti per Corti 2020, Premio Racconti per Corti 2021

Pomeriggio di pugilato in un ring di periferia. Dagli spogliatoi esce un pugile male in arnese accompagnato dal proprio allenatore.

Ma è proprio la figura dell’allenatore a spiccare, un cinquantenne trasandato, con un’aria spiritata e un grosso libro in mano. I due parlottano tra loro.

  • Ricorda cosa ti ho detto  – dice il coach con enfasi
  • Sì, sì
  • C’è più gioia nel dare che nel ricevere
  • Certo
  • Vai dentro con due mani, non sappia la sinistra cosa fa la tua destra. ma soprattutto…
  • Non era “se uno ti percuote la guancia destra offrigli anche l’altra”?
  • Solo quando ti alleni con me. Oggi è meglio di no
  • Va bene
  • Vai diretto nella guardia, come si dice “bussate e troverete”!
  • Ok Ok

Inizia il combattimento ma dopo uno scambio di colpi il nostro pugile si trova in difficoltà con un avversario più forte ed esperto. Suona il campanello e rientrano all’angolo.

  • Quel colpo alle coste, già avevo male prima
  • La penitenza ti purifica
  • Quello ha detto che mi massacra
  • Chi si esalta sarà umiliato. Vagli sotto.

Riprende il combattimento e il protagonista è presto alle corde. Prende un forte pugno nel volto e arretra con un occhio tumefatto.  L’arbitro stabilisce una breve pausa e da bordo ring interviene il coach.

  • Tieni duro – gli allunga una spugna
  • Ok – ansima il pugile bagnando il proprio volto e l’occhio semichiuso con l’acqua fresca
  • Se il tuo occhio ti fa cadere in tentazione cavalo e gettalo via da te

Il pugile si gira e lo guarda storto. Il combattimento riprende e l’allenatore continua a dare consigli, incontenibile mentre il pugile è chiaramente in difficoltà.

  • Non temere le avversità. Abbi fede
  • Chi vorrà salvare la propria vita perderà – prosegue il coach
  • No, mister. Era così: chi vorrà salvare la propria vita LA perderà. Me lo ricordo bene – dice il pugile girandosi

In quel momento, distratto per rispondere il pugile viene colpito duramente e crolla al tappeto.

  • Infierire è  peccato – il coach si rivolge all’avversario che in piedi saltella agitando i pugni

L’arbitro si interpone e conta i secondi con le dita. A fine conteggio alza il braccio del vincitore al centro ring.

Il vincitore si avvicina al pugile ancora disteso sulla pedana del ring e chinandosi gli dice minaccioso

  • Questa me la ricordo io: se non vuoi che io cada in tentazione alzati prendi il tuo coach e cammina!

12 commenti »

  1. Originale la “parafrasi evangelica”. Complimenti!

  2. Temo proprio che qui ci sia un coach che ha sbagliato mestiere. Impossibile non simpatizzare col pugile che incassa cazzotti e versetti mantenendo comunque un suo stile. Divertente davvero, bravo Andrea.

  3. Bravo ! Varrebbe la pena di svilupparlo, anche in forma “filosofica”…

  4. Questo tuo coach predicatore è veramente spassosissimo! Sei stato molto bravo a sviluppare il tutto in poche righe.

  5. Molto simpatico lo scambio di battute e il finale davvero azzeccato.

  6. Acuto comico e umoristico, tosto

  7. Bravo Andrea Masotti, originale aver trovato una citazione evangelica azzeccata per ogni momento.

  8. I tuoi racconti sono molto originali e ben rappresentabili. Complimenti

  9. Grazie Andrea, mi hai fatto davvero ridere di gusto. Temo tuttavia che il tuo allenatore ci ricorderà Luca 6.25: “Guai a voi che ora ridete, perché sarete afflitti e piangerete”.

  10. Riso e pianto sono segni certi di umanità, grazie a tutti i lettori, vi sono grato.

  11. Originale e divertente. Bella l’idea e l’intreccio “evangelico”!

  12. È valsa la pena soddisfare la curiosità relativa al corto vincitore! Mi unisco agli altri complimenti: divertente, ottimo ritmo, un “botta e risposta” in tutti i sensi! Grande Andrea !!!

Lascia un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento.