Racconti nella Rete®

Premio letterario Racconti nella Rete – XVII edizione 2018

Premio Racconti per Corti 2018 “Dove l’ossigeno non finisce” di Daniele Addabbo

Categoria: Premio Racconti per Corti 2018
È notte, la camera da letto è buia, il ragazzo è seduto sul letto, a torso nudo e sta sudando parecchio; guarda atterrito l’armadio aperto che ha di fronte.
Nell’armadio si erge maestoso il vestito elegante, illuminato da una luce calda.
Il ragazzo sta realizzando che l’unica scelta possibile è cedere alla prepotenza dell’abito.
Il giorno seguente il ragazzo si avvia in auto presso il fioraio. Il vestito gli irrita la pelle e genera un prurito incontrollabile. Il ragazzo parcheggia ed entra dal negoziante.
Dopo un po’ esce e torna all’auto. Entra, poggiando il mazzo di fiori sul sedile posteriore, poi sente un odore sgradevole; scopre che sono i fiori, belli, ma putridi.
Il vestito nel frattempo continua a tormentarlo, tanto che la sua pelle è rossa e dolorante, e ha bisogno di aria. Il ragazzo sta per cedere, gli occhi vagano disperati e respira affannosamente; l’ossigeno all’interno del veicolo sembra essere già terminato. Poi si ferma, cerca di calmarsi, ci riesce.
Mette in moto l’auto e si allontana.
Tempo dopo, il ragazzo si ferma davanti a un cancello, suona e gli apre una ragazza sorridente, contenta di vederlo. Lui sorride, è felice a quanto pare.
La ragazza lo fa entrare e chiude il portone.
Passa del tempo, il cortile dell’abitazione è nella quiete assoluta. Il portone di casa si apre nuovamente, nessuno l’ha aperto tuttavia.
L’interno della casa è in ordine, ma per terra ci sono il mazzo di fiori e vicino il vestito, adagiato come fosse la muta di un serpente.
Il corpo della ragazza giace steso a terra e il ragazzo, nudo, sta sul balcone, dove la sua pelle respira e l’ossigeno non finisce.

2 commenti »

  1. Il protagonista sembra soffrire di una forma di ansia quasi esasperata, ha bisogno di ossigeno, ha bisogno d’aria. Neanche l’amore riesce a calmarlo. Racconto misterioso.

  2. Daniele Addabbo, racconto ben scritto, mi piace

Lascia un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento.